COMITATO REGIONALE PER LE COMUNICAZIONI
Logo Consiglio Regionale
logo AGCOM
 

Il Corecom del Friuli Venezia Giulia (Corecom FVG) è un organo funzionale dell'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni che assicura a livello regionale le funzioni di vigilanza e controllo in tema di comunicazione.

Tra le varie attività (proprie e delegate), il Corecom FVG monitora le emittenti locali nel periodo elettorale e vigila sul rispetto della normativa in materia di par condicio, cura le controversie tra utenti e compagnie telefoniche, raccoglie le richieste di accesso ai programmi radiofonici, gestisce i contributi alle emittenti locali, promuove attività di studio e ricerca e organizza convegni sui temi della comunicazione.

 

in primo Piano

martedì 13 dicembre 2016

Corecom fvg: sospensione temporanea dello sportello e del numero verde dedicati alle controversie tra utenti ed operatori di telefonia, internet e pay tv

 
Gli sportelli ed il numero verde del Corecom FVG, dedicati alle controversie tra utenti ed operatori di telefonia, internet e pay tv, saranno sospesi da martedì 27 dicembre a giovedì 5 gennaio.
Le sedi di Trieste, Udine e Pordenone riapriranno al pubblico martedì 10 gennaio; dalla stessa data sarà nuovamente attivo il servizio del numero verde.

venerdì 18 novembre 2016

Referendum costituzionale del 4 dicembre 2016: dalla mezzanotte di venerdì 18 novembre stop ai sondaggi sul referendum

Il Comitato regionale per le comunicazioni del Friuli Venezia Giulia (Corecom FVG), ricorda che dalla mezzanotte di oggi, venerdì 18 novembre, scatta il divieto di rendere pubblici, o comunque diffondere, i risultati di sondaggi demoscopici sull’esito del referendum o comunque relativi al quesito referendario.

Tale divieto si estende anche alle manifestazioni di opinione che, per modalità di diffusione, possono comunque influenzare l’elettorato.

 

giovedì 10 novembre 2016

Richiamo dell’Agcom a radio e tv: necessario sensibilizzare l’opinione pubblica sul fenomeno dell’hate speech.

Comunicato Agcom

Assicurare il più rigoroso rispetto dei principi fondamentali sanciti a garanzia degli utenti, affinché sia garantito nei programmi audiovisivi e radiofonici il rispetto della dignità della persona e del principio di non discriminazione, in particolare nella trattazione dei fenomeni migratori e delle diversità etnico-religiose...(continua a leggere