COMITATO REGIONALE PER LE COMUNICAZIONI
Logo Consiglio Regionale
logo AGCOM
attività

Di cosa si occupa il Corecom FVG

Le funzioni proprie

Esprime  pareri  su tutti gli atti e le convenzioni stipulati dalla Regione e dagli Enti regionali con gli organi di informazione e comunicazione.
Provvede all'attività di monitoraggio di ogni forma di comunicazione politico-istituzionale di interesse regionale, avvalendosi della propria struttura di supporto .
Vigila sull'applicazione della normativa in materia di par condicio  nel periodo elettorale.
Collabora con la Rai attraverso la predisposizione dei piani trimestrali per l’accesso radiofonico e la valutazione dei palinsesti trimestrali.
Privilegia l'approfondimento di temi specifici quali la tutela dei minori, le lingue minoritarie.
Promuove attività di studio e di ricerca.
Collabora, attraverso la stipula di apposite convenzioni, con le Università di Trieste e Udine, con l’ANCI del Friuli Venezia Giulia e l’Unione delle Province del Friuli Venezia Giulia.
Realizza seminari, convegni ed incontri sui temi dell'informazione e della comunicazione.
Istruisce le pratiche relative alla concessione di contributi e provvidenze alle emittenti televisive locali.

Le funzioni delegate

L’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (AGCOM) nel 2004 aveva affidato al Corecom FVG un primo trasferimento di funzioni che fino ad allora venivano esercitate solo a livello centrale.
Con la Convenzione stipulata il 10 luglio 2009 le competenze delegate al Corecom FVG si sono ampliate e hanno rafforzato il ruolo del Comitato quale organo di garanzia a livello territoriale in materia di comunicazione.
Il Corecom FVG esercita questo ruolo con:

  • la vigilanza nell’attività radiotelevisiva locale attraverso il monitoraggio e la verifica di conformità dei suoi contenuti con le leggi in materia ed il possibile avvio di procedimenti sanzionatori
  • la possibilità di attivare il tentativo di conciliazione, di adottare provvedimenti d’urgenza e di definire le controversie tra gestori dei servizi di telecomunicazioni ed i cittadini
  • la tenuta del ROC, ovvero il Registro telematico degli operatori di comunicazione, l’avvio dei procedimenti di iscrizione e gli aggiornamenti delle posizioni all’interno del Registro con il rilascio dei relativi certificati
  • la vigilanza in materia della tutela dei Minori con riferimento al settore radiotelevisivo locale
  • l’esercizio del diritto di rettifica con riferimento al settore radiotelevisivo locale
  • il controllo della pubblicazione e diffusione dei sondaggi sui mezzi di comunicazione di massa in ambito locale